Aspetti dinamici: Sole – Saturno

Giu 7, 2013 by

 

professor 

Il prof ha un quadrato (o una opposizione)

il Sole sta nel Sagittario, il che significa che è un idealista, spontaneo, socievole, pieno di vitalità. É fermamente convinto delle sue idee, ha fiducia in se stesso e negli altri. É un insegnante che svolge con passione il suo lavoro.

Saturno sta nel segno della Vergine e controlla che tutti i valori della Vergine vengano rispettati.

Questa parte della personalità del nostro professore pretende che il nostro sia un impiegato modello, dall’aspetto sempre lindo e curato, che lavori in modo responsabile e rispetti i ruoli gerarchici. Quindi se il nostro professore non è preciso e ordinato, se non tiene conto di ciò che il preside si aspetta da lui e se non rispetta le regole, comincia a sentire dei sensi di colpa, non tanto per paura del suo superiore, quanto per una sua esigenza interiore, determinata da Saturno che, oltre tutto, lo spinge a dimostrare di essere più bravo e perfetto dei suoi colleghi.

Ma il Sole in Sagittario è impulsivo, dice spesso ciò che pensa, ha idee sue su come e cosa insegnare, si perde spesso in lezioni (non previste dal programma) di etica, storia e filosofia, parla di paesi lontani e delle abitudini dei nativi australiani. Le sue lezioni potrebbero essere affascinanti escursioni nel mondo del sapere solo se riuscisse a farle come vorrebbe. Ma c’è il preside e c’è Saturno, e tutti e due guarda caso si somigliano molto. Lui non sa che c’è Saturno, perché l’ha proiettato sul personaggio che in quel momento è l’autorità.

Se l’aspetto fosse una opposizione probabilmente gli studenti vedrebbero in cattedra una volta il professore Sagittario e una volta il professor Saturno.
Ma è un quadrato, e il professore sarà spinto, suo malgrado, a ingaggiare una lotta furibonda con il preside, i programmi del ministero e il ministro della pubblica istruzione.
E forse, finché riuscirà ad esprimere la sua rabbia, il suo comportamento sarà più simile al Sole in Sagittario. Ma può anche prendersela con se stesso, con questa sua mania di fare tutte le cose per benino, tralasciando la parte più creativa della sua personalità. Così può diventare insicuro, mostrarsi tentennante nei suoi comportamenti con l’avversario–preside e arrabbiarsi con se stesso, perché non è riuscito a cantargliele come meritava
o perché si è tanto affannato a rendere precisi i lavori burocratici, mentre poteva approfondire la lezione del giorno dopo. E può diventare, lui sagittariano e ottimista per natura, diffidente nei confronti dei colleghi, negativo, critico, rancoroso.


Questo esempio può ben rappresentare una delle tante situazioni che si possono verificare con un aspetto dinamico tra Sole e Saturno.
Quadrati e opposizioni non sono mai facili da vivere ma in questo caso, a rendere l’aspetto più problematico, è il fatto che a confrontarsi siano due energie diametralmente opposte: il Sole creativo, entusiasta, che vuole realizzare se stesso , e Saturno cauto, prudente, con regole e costrizioni, che ostacolano di fatto l’espressione solare.

Il conflitto tra queste due energie, così diverse tra loro, rende la persona insicura, senza fiducia nelle proprie capacità e con la paura di affrontare nuove esperienze, nuovi progetti o di misurarsi in una prova. La frustrazione, determinata, non tanto dalle sconfitte, quanto dalla paura delle stesse, priva la persona dell’energia necessaria per risolvere i suoi problemi. Si sentirà sempre insoddisfatta dei risultati del suo lavoro e, la sensazione di essere inadeguata, la renderà molto sensibile al giudizio degli altri. accentuando il bisogno di dare continue prove del proprio valore.

Anche se l’aspetto è conflittuale, gli “imperativi” di Saturno sono molto sentiti dal soggetto che, pur contestandoli, sarà sempre molto sensibile a principi che impongono doveri, regole, responsabilità. Così, potrebbe sacrificare le proprie ambizioni personali per dedicarsi alla cura di un familiare o per rispettare un doveroso impegno sociale ma, anche nel caso in cui provasse “egoisticamente” a non tenerne conto, sarebbe travolto comunque da forti sensi di colpa.  Qualche volta però, i doveri diventano un pretesto per evitare di mettersi alla prova: “non posso fare quello che vorrei perché devo accudire mio padre” oppure “avrei tante idee meravigliose, ma tengo famiglia e non posso rischiare”.

Qualche volta si rischia, ma il Sole ha un progetto che non è supportato dalla razionalità di Saturno, progettualità e razionalità non collaborano, e la persona con questo aspetto si va a impegolare in una situazione che ha poche prospettive di successo.
Se è capace di riconoscere gli errori, saprà utilizzare l’esperienza negativa per correggersi e fare altri tentativi. Ma potrebbe anche, continuare a sbattere contro il vetro, come una farfalla impazzita e alla fine lasciarsi abbattere.
L’aspetto dissonante tra i due pianeti può così produrre dei vinti o dei rinunciatari sfiduciati, pessimisti e pieni di rancore nei confronti di chi, secondo loro, è responsabile della propria sconfitta.

Il conflitto però può anche esprimersi attraverso la contestazione dei valori tradizionali o con una lotta aperta contro il potere , rappresentato prima dal padre (o dalla madre) e, in un secondo tempo, dal capo e da tutti quei soggetti simboli dell’autorità costituita.
Le prove di Saturno non sono soltanto di tipo psicologico. Non possiamo ignorare infatti che a volte le persone con un aspetto dinamico tra Sole e Saturno e, in particolare con il quadrato, incontrino ostacoli reali e concreti sul proprio cammino.
Se chiude la fabbrica nella quale si lavora o se una grave malattia del genitore costringe una persona ad assumersi pesanti responsabilità, siamo costretti a supporre che esista un Disegno sul quale non ci è dato di indagare. Forse è legato al significato di Saturno come signore dei limiti, che cerca di mettere in chiaro subito ciò che puoi e non puoi fare, oppure ciò che appare un ostacolo è una sfida che, se viene colta, ci aiuterà in seguito a promuovere la nostra crescita.

Ma un ostacolo obiettivo ed esterno, si affronta in genere con molto coraggio, spesso anzi diventa uno stimolo per combattere e superare le paure. Più difficile sarà accettare che non si è riusciti a realizzare le proprie aspirazioni perché, sentendosi inadeguati, non si è avuto il coraggio di proporsi, o ci si è autocensurati. Così mentre il collega meno competente di te ma più audace, si siede trionfalmente su quella sedia alla quale miravi, non ti resta che riflettere su dove ti ha condotto il tuo pessimismo e il tuo atteggiamento rinunciatario.

Chi ha un’opposizione può oscillare tra due aspetti della propria personalità, però Sole e Saturno in questo caso, non divergono soltanto per la loro posizione nel tema natale, ma anche per la loro natura. Questo provoca una crisi d’identità che si vive in maniera consapevole. Ci si chiede: Chi sono io? Sono il combattente audace e istintivo, energico e intraprendente – pensa il giovane Ariete con Saturno in Bilancia – o quel timido personaggio che cerca di andare d’accordo con tutti?

Il risultato sarà probabilmente simile a quello che vive chi ha il quadrato: un comportamento incerto, a cui segue il dubbio sul proprio valore e infine il bisogno di essere rassicurato.

A volte la differenza tra l’io consapevole (il Sole) e la parte saturnina della personalità è tale che si ha bisogno di proiettare su un’altra persona quelle idee e quelle azioni che non si riconoscono come proprie. E Saturno si presta bene a questo tipo di operazione, poiché il suo linguaggio somiglia moltissimo a quello dei genitori della nostra infanzia e in seguito a tutti i personaggi autoritari che incontriamo nel corso della vita.
E quello che, a prima vista, può sembrare un modo infantile e irrazionale di affrontare il conflitto interiore diventa infine una grande opportunità che la vita ci offre, per recuperare quelle parti di noi che non vogliamo accettare.

Il professore del nostro esempio un giorno probabilmente cambierà scuola e, non a caso, incontrerà un nuovo preside con un altro nome, ma con le stesse identiche manie di perfezione, e dopo qualche anno ne incontrerà un altro ancora …….E a questo punto si chiederà: possibile che io sia destinato a scontrarmi sempre con persone del genere? Oppure c’è qualcosa in me che provoca tutto questo?
E forse, quel Saturno razionale che fa aspetto con il suo Sole, gli suggerirà la risposta giusta.

Negli aspetti positivi la persona sale un gradino per volta verso il suo obiettivo e lo fa con naturalezza. Trova facile, infatti, usare la razionalità e ha idee chiare su ciò che gli serve dal punto di vista pratico, per raggiungere i suoi scopi. Negli aspetti conflittuali invece, questa concretezza manca e spesso sarà necessario scontrarsi con i limiti imposti da Saturno, proprio per accettare che la realtà è molto diversa da come si era immaginata.

Se non si lascia sopraffare dalla paura e dal pessimismo, anche chi ha un aspetto conflittuale conquista un gradino dietro l’altro, lasciandosi alle spalle molte delle sue insicurezze e inibizioni. Accettando le sfide e lottando contro ostacoli, veri o presunti, imparerà ad esprimersi con maggiore libertà e a prendere coscienza del proprio valore.
E forse riuscirà anche a liberarsi delle responsabilità che gli altri tenteranno di addossargli,
senza per questo lasciarsi dilaniare dai sensi di colpa.

Ha dalla sua parte la capacità di far tesoro delle esperienze, la perseveranza, la voglia di essere indipendente e l’ambizione. Sarà grazie a queste doti che riuscirà, non soltanto a raggiungere i suoi obiettivi pratici, ma anche a conquistare una maggiore consapevolezza.

 

Adesso vediamo cosa possono rappresentare simbolicamente i due pianeti in aspetto conflittuale.

Sole come padre:

il soggetto può essere privato della figura paterna, perché è orfano o perché il genitore è lontano o assente, oppure perché è troppo impegnato nella carriera o nei suoi interessi, per occuparsi del figlio. In altri casi il padre sarà percepito come prevaricante e autoritario, o come una persona con valori tanto rigidi e severi, da limitare sia la libertà del figlio, sia la libera espressione della sua personalità.

 Il Sole come partner per una donna:

Sarà utile considerare che la donna, prima di incontrare un partner, avrà probabilmente vissuto un’esperienza negativa con il padre e questo potrà riflettersi nei suoi rapporti con gli uomini. Come minimo, sarà poco incline ad avere una visione ottimistica della vita di coppia!  A questo si aggiungeranno gli altri significati del quadrato o dell’opposizione:

  • un’eventuale privazione del partner per vedovanza o separazione.
    un partner autoritario e prepotente che priva la donna della gioia di vivere e la costringe a una vita deprimente.

  • La necessità di ribellarsi a una limitazione della sua libertà. Oppure, un partner considerato noioso o deludente. Nel caso di una donna che aspira ad emergere attraverso un marito prestigioso, la profonda delusione nello scoprire che il suo compagno non è poi quel “bel partito” che aveva sperato.

 

 Personaggi:

Woody Allen : Sole in Sagittario e in quarta casa in quadrato a Saturno in Pesci e in settima casa
Gianfranco Fini : Sole Capricorno in quinta casa quadrato a Saturno in Bilancia e in seconda casa
Schumacher: Sole Capricorno in nona casa in quadrato a Saturno in Ariete in undicesima casa
Witney Huston : Sole in Leone in sesta casa opposto a Saturno in Pesci in dodicesima casa
Matteo Renzi : Sole in Capricorno in ottava casa opposto a Saturno in Cancro in seconda  casa (chissà se riuscirà a rottamare il vecchio Saturno?)

 

 

 

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Disqus Comments ...