La Vergine

Lug 29, 2011 by

Queste cose le sai perché siam tutti uguali
e moriamo ogni giorno dei medesimi mali
perché siam tutti soli ed è nostro destino
tentare goffi voli d’ azione o di parola
volando come vola il tacchino…
(Canzone quasi d’amore di Francesco Guccini)

 Il segno della Vergine: femminile, mobile e di terra, è la rappresentazione perfetta dei valori fondamentali che abbiamo incontrato nella Sesta casa e che possiamo sintetizzare al massimo in due concetti: metodicità e praticità.

Il suo movente: IO CONSERVO

Segue nel cerchio zodiacale all’esplosione solare del fiero e caloroso Leone, forse proprio con l’intento di porre un freno al suo spropositato ego invitandolo al buon senso, alla moderazione e ad una maggiore attenzione ai particolari (del resto anche il Toro con la sua  placidità fa seguito all’irruento e idealista Ariete e il Capricorno riporta sulla terra l’avventuroso e profetico Sagittario).

Ha per governatore Mercurio, lo stesso Mercurio del segno dei Gemelli, ma sebbene entrambi i segni siano sotto l’influenza del medesimo dio alato, hanno differenti modalità d’espressione.
L’irrequieto Gemelli, influenzato dall’elemento aria, vola spensierato con l’immaginazione nello spazio del pensiero speculativo, spinto essenzialmente da curiosità e da puro diletto. La Vergine usa le sue facoltà intellettive per coordinare i dati percepiti e per questo è analitica, pratica, concreta; l’elemento terra che la pervade le impone di raggiungere un obiettivo: mettere ordine, organizzare e far funzionare ciò che nella realtà esiste  e  che può essere utilizzato nella maniera può efficiente.
Spesso la persona nata sotto questo segno sembra avere un approccio alla vita “tutto lavoro e niente divertimento”  chissà, forse perché  è sempre fin troppo attiva ed efficiente nel  fare ciò che deve essere fatto senza indugi.  Tale atteggiamento però non deve trarci in inganno perchè,  anche se ha una visione realistica e nitida di come stanno le cose, certamente non disprezza la vita, nè le comodità o il benessere fisico, preferisce solo stare un po’ più in ombra, al riparo dalla luce abbagliante di un sole Leonino che può anche ustionare.
Come segno di terra con un così alto livello di senso pratico, non è di solito interessato ai fenomeni astratti che reputa inspiegabili, la sua attenzione è catturata solo dalle cose che può vedere e toccare con mano.
La tecnologia lo attrae moltissimo e all’occorenza s’ingegnerà a investigare il funzionamento di qualunque macchinario, proprio come un bambino che smonta e rimonta i suoi giocattoli per capirne il funzionamento e il meccanismo.
Nascere con un Sole in Vergine significa essere continuamente tormentato da sete di conoscenza e smania di perfezionismo: la verità è che sotto la superficie della sua proverbiale efficienza, si nasconde una profonda insicurezza.
Questo segno vive in balia del dubbio, non è mai sicuro che la strada intrapresa sia quella più appropriata e giusta per raggiungere la meta che si è prefissata, ed è proprio da questo innato scetticismo che nasce  la sua pedante precisione, un irresistile bisogno di “mettere ordine” nel vissuto quotidiano della propria vita e talora, anche in quello degli altri.

Il segno della Vergine ha una natura sensibile e molto modesta. Spesso  ha un vero e proprio complesso d’inferiorità che lo rende estremamente suscettibile alle critiche altrui  e  molto vulnerabile se sente di essere poco apprezzato. Se è donna è probabile che  si senta  una sorta di “Cenerentola” sempre pronta a servire mariti, figli o datori di lavoro e spesso ne paga il prezzo vivendo in continui stati di tensione che, se non può sfogare in collere sporadiche, si trasformano in rancori cronici.

Chi nasce nel segno della Vergine è molto esigente con se stesso ed è sempre “a caccia dell’errore” proprio o altrui: il senso critico di cui è fortemente dotato, non si ferma davanti a niente e nessuno e lo rende un eterno insoddisfatto. Se prevale però il suo sottile senso dell’umorismo e se non si arrocca nelle sue posizioni, è in grado di valutare con una buona dose di auto-ironia i suoi difetti e di correggerli.
Nella Vergine, come del resto  in ogni segno zodiacale, sono molte le qualità: l’intuizione, il ragionamento logico, il discernimento e la prudenza, tutte doti che, se ben utilizzate, sono vere e proprie virtù. Precisa come un orologio svizzero, è attenta, seria, meticolosa, ama il suo lavoro e le piace misurarsi in compiti difficili: insomma una persona solida e affidabile della quale ci si può fidare.
In amore questo segno può apparire “freddo”, forse perchè, per indole, è molto riservato e pudico, e ha difficoltà a penetrare nel regno delle emozioni e a lasciarsi andare.  Anche in questo campo c’é molto autocontrollo, di solito tende a dominare intellettualmente i propri istinti, salvo che sia colpito da una passione violenta, nel qual caso può perdere ogni freno e inibizione.
Ha comunque bisogno di sentirsi compreso e di avere una buona intesa con il suo partner.
Il segno della Vergine si vuole innanzi tutto proteggere, non solo dall’amore ma anche dalla paura di cadere preda del caos, del disordine, della pigrizia e dell’isolamento: tutte caratteristiche dei Pesci, il segno che ha in opposizione e che, sempre in funzione della ben nota complementarietà,  lo attrae come una calamita.
Sarà forse questo il motivo per cui, in questo segno è frequente trovare anche persone confusionarie, disordinate e negligenti?
Tutti quelli che hanno intuito che raggiungere “l’ordine assoluto” è   un progetto troppo grande anche per le Vergini più tenaci e risolute.

Appena nato il piccolo con Ascendente Vergine si guarderà intorno  per vedere se tutto è a posto e poi penserà:

“SONO STATA BRAVA VERO? HO ORGANIZZATO TUTTO ALLA PERFEZIONE!!!!!

Commenti

Loading Facebook Comments ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Disqus Comments ...